In questo tutorial vedremo come realizzare l’effetto Dragan! Ma cos’è l’effetto dragan? Il nome deriva dal fotografo artista Andrzej Dragan che da alle sue immagini un aspetto inquietante e drammatico. Ovviamente noi tenteremo di imitare questa tecnica, però prima di iniziare assicuriamoci di aver installato il plugin G’MIC (Per l’installazione fate riferimento al tutorial nella sezione “Edit Gimp“).
Iniziamo! Aprimo l’immagine scelta e come prima cosa duplichiamola 3 volte!

1

Selezioniamo la prima e andiamo su Colori—>Desaturazione e come metodo scegliamo “Luminosità“.

2

Dopodichè andiamo su Colori—>Luminosità contrasto ed impostiamo i valori come da immagine.

3

Fatto ciò clicchiamo su Filtri—>Sfocature—>Gaussiana impostando a 20 il raggio della sfocatura.

4

Impostiamo la modalità del livello a moltiplicatore e settiamo l’opacità a 40. Questa sarà l’immagine che otterremo fin’ora:

6

Duplichiamo l’immagine soprastante e andando su Colori—>Tonalità Saturazione andiamo a settare -50 il livello della saturazione

7

Siamo quasi giunti alla fine! Selezioniamo una delle immagini duplicate all’inizio del tutorial. Clicchiamo Filtri—>G’MIC—>Black and White—>Pencil ed impostiamo i primi due valori come da immagine.

8

Questo sarà il nostro effetto finale:

effetto_dragan

Drammatica l’immagine vero? Ecco qui l’immagine originale a confronto con quella iniziale:

confronto

Categories: Easy Tutorial

4 thoughts on “Effetto Dragan”

Rob . 23 Ottobre 2015 at 11:30

Ciao, credo manchi qualche passaggio (forse fusione di livelli o impostazioni tipo soft light dei livelli stessi) perchè eseguendo alla lettera il tutorial si resta alla parte della Sfocatura Gaussiana…

    Asganafer . 3 Novembre 2015 at 23:00

    Non ho ben capito dove ti sei bloccato, in quale passaggio? 🙂

      Rob . 7 Novembre 2015 at 8:05

      Subito dopo aver applicato la sfocatura gaussiana… Ottengo un’immagine ancora in bianco e nero (data la desaturazione effettuata antecedentemente) e non una a colori come sul tutorial… I passaggi successivi, come tonalità – saturazione e effetto Pencil, non so a quali livelli vanno applicati. Grazie mille

        Asganafer . 1 Dicembre 2015 at 22:46

        Ciao,
        sono andato a rivedermi l’elaborato e ti posso dire che una volta fatta la sfocatura gausssiana bisogna settare la modalità del livello a moltiplicatore e l’opacità a 40 (aggiungo questo passaggio che ho omesso).
        Per la seconda domanda invece devi duplicare l’immagine di partenza e da li proseguire con i vari passaggi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts

Easy Tutorial

Strumento Clona

Oggi vedremo come utilizzare lo strumento clona. Prima di incominciare vediamo cos’è: lo strumento clona è come un normale pennello di forma cilindrica, solo che come motivo avremo un punto della nostra stessa immagine. Apriamo Read more...

Easy Tutorial

Scritta su tracciato

Quest’oggi vedremo come realizzare un scritta non lineare. Questa tecnica è utilizzata ad esempio nella creazione di loghi, scritture decorative,… In questo tutorial vedremo come realizzare una scritta circolare attorno ad un pallone da pallanuoto, Read more...

Easy Tutorial

Gimp Splash Screen

Ciao a tutti, oggi voglio proporvi un tutorial molto semplice che vi permetterà di personalizzare il vostro Gimp! Se volete seguire questo tutorial avrete bisogno solo di questa immagine ( cliccando qui andrete sulla pagina facebook Read more...

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi